Home  |  Blog  |  Select Language:   Ita  -   Eng

Vi sveliamo la ricetta segreta di William Di Carloita

Un mix tra tradizione dolciaria antichissima e innovazione a trecentosessanta gradi.

Settembre 2010

  Mondo Lavoro

Vecchie prelibatezze - Nuovi mercatiita

Agroalimentare, dal vino alla pasta, dai confetti agli oli, le migliori aziende del settore. Prodotti considerati poveri scoprono estimatori in tutto il mondo.

Aprile 2009

  Il Mondo

L'Abruzzo tra innovazione e tradizioneita

Rimini dal 17 al 21 Gennaio 2009, trentesima edizione del Sigep, Salone Internazionale di Pasticceria, Gelateria, Panificazione Artiginale.

Marzo 2009

  C come magazine

L'arte del Confetto di Maria Carmela Di Cesareita

Una gioiosa atmosfera di festa mi avvolge non appena faccio il mio ingresso nel negozio di confetti annesso all'azienda William Di Carlo.

Gennaio 2009

  Abruzzo Appennino

I confetti, una passione senza tempo.

Nel lontano 1833, nasceva a Sulmona una dolcissima storia di passione e dedizione.            
Le mani sapienti del maestro confettiere Francesco Marcone lavoravano con cura e amore i frutti migliori della sua terra, quella natura incontaminata e generosa che sarebbe rimasta poi sempre complice silenziosa di dolci dal gusto unico, straordinario.
 
Zucchero, mandorle, cacao, nocciole e tanti altri ingredienti naturali si trasformavano in raffinati confetti, teneri torroni e delicate cassate che diventavano protagonisti di eventi memorabili.
Negli anni, la fama della famiglia cresce. La pasticceria artigianale dei Marcone divenne un punto di riferimento per tutti coloro che volevano gustare e acquistare golose prelibatezze, come re Umberto I di Savoia che rimase tanto colpito dall’accoglienza e dalle bontà degustate al punto da voler donare una spilla la cui immagine è ancora oggi il simbolo dell’azienda. 

Sono i primi anni del novecento quando William Di Carlo, discendente della famiglia Marcone, continua la tradizione ampliando l’azienda e facendola conoscere in tutta Italia. Sono passate diverse generazioni e la volontà di imprigionare i sapori unici e genuini di una natura buona e rigogliosa è sempre la stessa. Ma sono anche gli anni della rivoluzione industriale, anni in cui la famiglia Di Carlo assiste all’evolversi della società, agli usi e costumi di un’epoca che influenzerà per sempre i gusti di intere generazioni. Nascevano così le confezioni di originalissimi bouquet di fiori di confetti, dolci composizioni che sarebbero diventate ben presto testimonianze eleganti e raffinate di matrimoni, battesimi e cerimonie.
La pregiata mandorla d’Avola si vestiva di nuovo, lo zucchero rubava i colori della natura.
Ecco nascere i primi confetti rosa e azzurri, il cacao rivestire le nocciole per trasformarle nelle prime praline al cioccolato, la pasta di mandorla diventare preziose miniature di grandi opere letterarie, piccole statue di finissimo cioccolato riprodurre fedelmente  le originali in bronzo.

I tempi sono cambiati, ma la fedeltà agli antichi valori della lavorazione artigianale resta un punto fermo per l’azienda.
Anche oggi, all’inizio di un nuovo millennio, c’è un William Di Carlo a guidare con passione ed entusiasmo il confettificio di famiglia, anche oggi le materie prime scelte per i propri confetti sono semplici e genuine. La natura è ancora protagonista assoluta di ricette antiche che si rinnovano in nuove prelibatezze raffinate ed esclusive. Accanto alla classicità di antiche bontà, omaggio ad un patrimonio culturale da preservare, ecco audaci accostamenti e dolci unioni pronti a soddisfare il gusto più esigente, più raffinato. Zafferano e cioccolatopera e basilico, mela e cannella suggellano l’immutata volontà della famiglia Di Carlo di offrire ed esaltare quanto la natura dona ed evocano, con il loro gusto inconfondibile ed inimitabile, l’antica sapienza di un’arte senza tempo.

   Certificazione ISO 9000    [formato PDF]